Buongiorno CIS

Ti auguro un giorno straordinario nel quale ritrovi l’antica passione e realizzi tutte le tue speranze.

Non guardare indietro con malinconia ma con orgoglio per quello che sei stato capace di fare.

Guarda avanti con la speranza e la fiducia di un vecchio leone ferito che vuole vivere per proteggere i suoi figli.

Non ascoltare la voce scomposta del risentimento che può solo stordirti gonfiando il tuo cuore di inutile dolore.

Impara a riconoscere chi ti vuole veramente bene anche quando quello che dice non ti piace.

Ti è più fedele chi con dolore cura le tue pene o chi le nasconde?

Accetta la mano amica e respingi le insidie tese dalla cupidigia e dalla vanità.

Chi cade e si rialza vale molto di più di chi vince senza cadere mai.

Oggi è il giorno più importante della tua vita, sei caduto ma puoi rialzarti.
Dipende solo da quante braccia ti solleveranno.
Le mie ci sono e le muovono un cuore generoso ed una mente lucida.

Una lunga vita a Te, mio caro CIS.

Questa pubblicazione risale al 16 luglio 2014 , sembra scritta oggi, il giorno dopo l’assemblea, invece la scrissi per incoraggiare i soci ad intervenire in assemblea, tre anni fa’, ma i valori sono immutabili.

Cari soci,

Vi prego di intervenire questa sera con l’animo disposto all’ascolto ed il cuore aperto alla speranza.
Nessuno, nessuno, nessuno porti in assemblea livore, risentimenti, invidie, voglie di protagonismo.
Tutti portino in assemblea la disponibilità a costruire, proposte e non critiche, correzioni non sentenze.
Il nostro piccolo mondo ci guarda, diamo prova con onore di essere soci CIS.
Ricordate sempre che quando immaginate qualsiasi azione di rivalsa nei confronti del CIS, state segando il ramo sul quale avete costruito faticosamente il Vostro nido.
Prudenza, pazienza, fermezza, rigore, impegno, disponibilità al confronto , ma, soprattutto, il cuore, ci daranno la forza di rialzarci e riprendere a correre.
Rispetto, correttezza, memoria del passato , non manchino mai.

Una società senza memoria non ha futuro.

La memoria serve per correggere gli errori non per oltraggiare il nostro passato.

Onore al CIS

La pubblico nuovamente dopo tre anni per dare, a Voi tutti, un segnale di fiducia ai soci che hanno assunto la carica in consiglio, per augurare al dr. Iasi ed ai nuovi consiglieri esterni un sereno lavoro in un ambiente che li sorprenderà per la straordinaria umanità e l’impegno sociale.

Ora è tempo di abbandonare le liti, risanare le ferite e costruire insieme il futuro.Ci aspetta un compito difficile, avremo un margine discrezionale molto ridotto dai termini dell’Accordo.

Due sono le direttrici sulle quali possiamo intervenire noi soci.

La prima è di anticipare al massimo la fase di riscatto delle aziende adempienti per ridurre il patrimonio del CIS  nel più breve tempo possibile.

La seconda è il rilancio dell’attività commerciale per tutto il Sistema.

La ripresa della ricollocazione degli immobili disponibili a nuova utenza è la chiave di volta per risolvere i problemi delle aziende in difficoltà e quelli della gestione condominiale.

E’ un quadro complesso, sul quale ritornerò, con proposte ed iniziative che andranno sostenute dalla comunità sociale, migliorando il contatto con gli organi di governo affinché tutto il CIS DIVENTI “UN PALAZZO DI CRISTALLO”.

Sarà dura, ma c’è la faremo, se resteremo uniti e coesi, c’è la faremo.

Lunga vita al CIS.

Annunci